AMOEBAS' PARTY

Animazione realizzata nel 2011 utilizzando esclusivamente PowerPoint, come già per "GUN FAITH" e "YOU CAN'T STOP", presentati in Neoludica - Art is a game 2011 I 1966 a cura di Debora Ferrari e Luca Traini, 54a Esposizione Internazionale d'Arte, Biennale di Venezia - eventi collaterali.

 

«L'utilizzo non convenzionale di Power Point (uno dei software più diffusi in ambito professionale, cui si è automaticamente portati ad associare l'immagine del manager, dei grafici di andamento aziendale, del marketing, della comunicazione d'impresa) per creare improbabili animazioni dalla forte impronta ludica e surreale, esaspera l'interrogativo circa il diritto dell'individuo adulto a dedicare il proprio tempo ad attività altre, rispetto a quelle comunemente ritenute lecite e opportune, ovvero consone al proprio ruolo sociale.

Ponendo implicitamente l'interrogativo circa il diritto di utilizzare gli strumenti della produzione per elaborare linguaggi e forme estranee, se non aliene, rispetto agli obiettivi primari degli stessi: quelli di creare prodotti e servizi inequivocabilmente riconoscibili come tali, secondo parametri e valori stabiliti dal sistema dell'industria, del commercio e dell'advertising. Altrettanto implicitamente, la domanda viene quindi ad estendersi al diritto o meno di dedicare il proprio tempo, se non la propria intera esistenza, a creare elementi d'arte dalla marcata (o presunta?) apparenza di inutilità, piuttosto di impiegare le stesse risorse per garantire a sé stessi e alla società una produttività "correttamente" orientata secondo le aspettative rispondenti al "senso comune del dovere".»

(dal catalogo "ARTE E VIDEOGAMES" - SKIRA Editore - 2011)