Copertina_cronache_Solo copertina.jpg

Massimo Giuntoli
CRONACHE MOLKAYANE
MICRORACCONTI  FILOPATAFISICI

Autore: Massimo Giuntoli

Editore: Giazira Scritture
Prezzo: 12,90 euro
Pagine: 150
Formato libro: 13 x 20 cm
Isbn: 978-88-99962-58-6

https://www.giazira.it/libro/cronache-molkayane-microracconti-filopatafisici/

La ragazza obliqua riceve l’oggetto verde, nel teatro più piccolo mai costruito attrice e spettatrice si alternano sulla scena, il cappello di vek conserva i ricordi alla giusta temperatura, la dama in discesa non tornerà mai più a salire. Questi e molti altri accadimenti hanno luogo nei territori della Molkaya, la cui estensione varia a seconda dell’umore delle popolazioni che vi abitano. Gente dedita alla fabbricazione di inutensili, capace di parlare lingue dai significati multipli.
Cronache Molkayane è il primo libro che racconta di una terra della quale in pochi hanno fatto esperienza e di cui mai nessuno ha osato scrivere.

: : : : : : : : : : : : : : : : : :

È scontato affermare che la Molkaya rappresenti l’ennesima espressione dell’intramontabile desiderio di immaginare un altrove. Ma, al di là dell’aver scelto di “rifugiarmi” in un altrove bizzarro e nonsense, quello esplorato nelle Cronache molkayane si è fin da subito rivelato – agli occhi stupiti e disillusi di chi scrive – non propriamente idealizzato. Si è al contrario manifestato come un altrove irrimediabilmente imperfetto, a partire dalle dinamiche relazionali dei propri abitanti, che, per quanto assurdi e stravaganti, non sono affatto immuni da sentimenti e comportamenti che risentono delle debolezze proprie dell’animo umano (ovvero della specie loro gemella, che abita l’indirettamente evocato e non meglio definito Antialtrove).

Dicono i lettori...